In questo breve articolo ti descriverò il decalogo per comperare la tua prossima casa senza commettere errori che potrebbero farti dormire male la notte.

Si tratta delle 10 semplici regole che segue un buon professionista, ma che anche tu dovresti conoscere.

Andiamo a vederle una per una.

1) CAPIRE BENE COSA SI VUOLE E QUANTO SI PUO’ SPENDERE

Molti, io per prima, cercano case che non esistono o che non si possono permettere. Se stai iniziando a cercare una casa da comprare stabilisci bene quali siano le caratteristiche indispensabili che dovrà avere.

Sognare va bene, ma in questo caso il realismo deve essere il cardine della tua ricerca; inutile cercare case con caratteristiche che non esistono o che costano troppo per le tue finanze.

2) CONOSCERE IL MERCATO IMMOBILIARE DELLA TUA CITTA’

Ogni zona ha case con caratteristiche diverse: non troverai facilmente ville con molto giardino in centro storico oppure attici con terrazzi in campagna.

Il mio consiglio è quello di guardare gli annunci delle case in vendita che trovi su internet; almeno inizialmente è meglio vedere 15 case on-line che di persona.Oggi la tecnologia la fa da padrona e ti darà una grossa mano nella selezione di case interessanti; dai precedenza a case che sono ben fotografate sia internamente che esternamente, così potrai anche capire in che zona si trovano.

3) SELEZIONARE LE MIGLIORI AGENZIE IMMOBILIARI

La ricerca in solitaria è sicuramente più economica, ma selezionare alcune agenzie immobiliari a cui rivolgersi per cercare la tua prossima casa ti farà risparmiare moltissimo tempo.

Per fare questo guarda i commenti che trovi sulle loro pagine social e su Google; questo è un aspetto molto importante per scartare quelle meno professionali. I clienti che ci sono passati e le loro recensioni sono il miglior biglietto da visita.

Privilegia quelle con una forte presenza online e che abbiano dei punti vendita curati e puliti; il loro personale dovrà essere gentile ma soprattutto qualificato a fare quel lavoro.

4) VERIFICARE LE CONDIZIONI DEL MUTUO (SE SERVE) PRIMA DI INIZIARE A VEDERE CASE

Se devi fare mutuo per l’acquisto prima di iniziare a guardare case, è una buona abitudine fare una chiacchierata con la propria banca o con un consulente creditizio.

Le migliori agenzie della tua città avranno sicuramente un referente che aiuta i loro clienti nella richiesta di un mutuo offrendo consulenze inziali gratuite. Una volta chiarito questo aspetto tutto potrà essere più veloce, saprai bene quanto spendere e arriverai alla conclusione dell’acquisto senza intoppi.

5) VISITARE LA CASA SCELTA

Una volta selezionato un immobile interessante telefona all’agenzia o al proprietario per fissare l’appuntamento e poterlo andare a vedere di persona.

La prima visita è di estrema importanza e occorrerà prestare attenzione ad una serie di cose; in primo luogo è bene verificare le condizioni generali dell’edificio, se sono previste ristrutturazioni o meno. Una volta entrati occhi puntati su pavimenti, muri e soffitti per verificarne le condizioni.

Mi raccomando osserva bene l’esposizione della casa alla luce del sole. Se andate di sera a vederla, tornate un sabato o una domenica mattina; non c’è niente di peggio di una casa buia.

6) VERIFICARE LA SITUAZIONE IPOTECARIA DELLA PROPRIETA’

Oltre a queste verifiche tecniche sull’ immobile, prima di comprare casa, è bene cercare di recuperare più informazioni possibili sulla casa e sul proprietario, per accertarsi di effettuare l’acquisto dal legittimo proprietario.

Di estrema importanza è avere tra le mani una visura ipotecaria prima che venga versato anche solo un euro; sapere se la casa è ipotecata, se ci sono pignoramenti in corso o se il prioritario non è la persona con la quale stai parlando ti eviterà problemi futuri.

Se ti sta seguendo un’agenzia immobiliare, chiedila a loro e saranno obbligati a fornirtela. (sentenzadella Corte di Cassazione n. 8849 del 5 aprile 2017)

7) VERIFICARE LE SPESE CONDOMINIALI E CONTATTARE AMMINISTRATORE

È buona norma, prima di fare un’offerta per l’acquisto di una casa, chiedere all’amministratore copia dell’ultimo verbale di condominio e il preventivo delle spese per l’anno in corso.

Dovrai anche verificare se sono previsti lavori di manutenzione straordinaria o di ristrutturazione del palazzo. Ti consiglio anche di informarti della presenza di eventuali cause in corso per condomini morosi che non stanno pagando.

Anche in questo caso, se ti stai facendo seguire da un’agenzia chiedi a loro di recuperarti questi documenti.

8) FARE LA PROPOSTA D’ACQUISTO

Sciolte tutte le riserve circa l’immobile è il momento di concretizzare la prima fase dell’acquisto. Il passo da compiere è redigere una proposta di acquisto, dove formalizzarai l’intenzione di acquistare la casa e ti impegnerai a rispettare le condizioni che verranno contenute nel documento.

In accordo con gli usi e costumi va corrisposta una caparra confirmatoria, una cifra che serve come anticipo da scontare sul prezzo finale ma che obbliga entrambe le parti a rispettare il contratto.

9) ORGANIZZARE IL PRELIMINARE E POI IL ROGITO NOTARILE

Si passa poi alla fase del compromesso (preliminare); se starai comprando senza farti aiutare da un professionista dovrai necessariamente farti seguire dal notaio che poi ti potrà anche fare l’atto di compravendita per evitare di commettere errori o superficialità in questo frangente.

Un buon agente immobiliare, iscritto al ruolo, potrà invece scrivertelo lui; il servizio, di norma, è compreso nel compenso concordato.

L’ atto conclusivo della trattativa è caratterizzato dalla stesura del rogito, da far scrivere a un notaio che avrà il compito di verificare la completezza delle informazioni e conferirà validità legale all’atto di vendita. Una volta completato questo documento la compravendita della casa è conclusa.

10) COMPLETARE GLI ULTIMI ADEMPIMENTI DOPO L’ACQUISTO

Subito dopo essere diventato proprietario di casa vanno assolutamente espletati alcuni obblighi; nell’ordine dovrai dare comunicazione del cambio di proprietà della casa all’amministratore di condominio.

Nel minor tempo possibile, per evitare che il Comune richieda l’IMU dovrai presentare la richiesta per il cambio di residenza; questo è un tema spinoso che cercheremo di trattare in un articolo specifico.

Dovrai anche dare comunicazione di disdetta o di subentro a tutte le utenze (enel, metano, telefono, …) e avvertito il Comune del cambio di proprietà per la voltura della tassa per lo smaltimento dei rifiuti.

 

Come vedi i passaggi per comprare una casa sono molti e alcuni anche abbastanza importanti per evitare di commettere errori e trovarsi nei pasticci. Il consiglio è sempre quello di affidarsi ad un valido professionista.

 

Se hai bisogno prendiamo un appuntamento o lasciami la tua richiesta

Cesare Ciaffaglione

Cesare Ciaffaglione

Ti posso aiutare a vendere la tua casa con assoluta tranquillità.
Contattami per fissare un incontro compilando il form qui sotto oppure usando uno dei miei canali social.