Se vivi in affitto ti sarai sicuramente chiesto se il canone d’affitto pagato regolarmente ogni mese possa rientrare tra le spese detraibili nella dichiarazione dei redditi.

 

Di seguito troverai alcune informazioni che ti faranno scoprire cosa puoi detrarre dall’affitto… 

 

Alzi la mano chi ne era già a conoscenza!

 

Le 5 caratteristiche principali che devono avere i contratti o gli inquilini per aver diritto alle detrazioni :

    • Essere titolari del contratto d’ affitto;
    • Il contratto d’ affitto dev’essere regolarmente registrato;
    • Avere la residenza nell’immobile oggetto del contratto d’ affitto;
    • Rientrare nei limiti di reddito;
    • Indicare tali spese nella propria dichiarazione dei redditi. 

Le 3 principali caratteristiche delle detrazioni ottenibili:

    • Non sono cumulabili;
    • Sono rapportate al periodo dell’ anno;
    • Generano credito.

Ma quindi a chi spettano queste detrazioni?

Facciamo un po’ di chiarezza…

 

Chi ha un contratto a libero mercato

Se hai stipulato un contratto “a libero mercato” potrai richiedere :

    1. 300,00 Euro, se il reddito complessivo non supera la soglia di € 15.439,71;
    2. 150,00 Euro, se il reddito è superiore a € 15.493,71 ma inferiore a € 30.987,41

Se il reddito complessivo supera quest’ultimo importo (30.987,41 Euro) non spetta alcuna detrazione.

 

Chi ha un’eta compresa tra i 20 e i 30 anni

Rientrano in questo beneficio i soggetti compresi tra i 20 e i 30 anni per i quali spetta (per i primi 3 anni) una detrazione fissa di Euro 991,60, a patto che il reddito complessivo non sia superiore a Euro 15.493,71.

 

Chi trasferisce la residenza per motivi di lavoro

 

La normativa include inoltre il caso di quelle persone che hanno trasferito o trasferiscono la propria residenza nel comune di lavoro o in uno di quelli limitrofi nei 3 anni antecedenti a quello di richiesta di detrazione; in tal caso è prevista la seguente detrazione: 

    • 991,60 Euro se il reddito complessivo non supera  i € 15.493,71 oppure
    • 495,80 Euro se il reddito complessivo è compreso tra i 15.493,72 e i 30.987,41.

 

Chi è uno studente fuori Sede

 

La detrazione in tal caso, spetta nella misura del 19% ed è calcolabile su un importo non superiore a  € 2.633,00.

La condizione però è che gli immobili oggetto di locazione siano situati nello stesso comune in cui ha sede l’università o in comuni limitrofi. Essi devono essere distanti almeno 100 km dal comune di residenza.

 

 

Come vedi le condizioni ci sono per poter usufruire delle detrazioni riguardo gli affitti.

Se però hai dubbi o domande da farci riguardo questo argomento, compila il form con i tuoi dati e ti ricontatteremo per una consulenza gratuita.

 

A presto.

Prendiamo un appuntamento o lasciami la tua richiesta

Cesare Ciaffaglione

Cesare Ciaffaglione

Ti posso aiutare a vendere la tua casa con assoluta tranquillità.
Contattami per fissare un incontro compilando il form qui sotto oppure usando uno dei miei canali social.