Se hai deciso di vendere la tua casa e ti sei rivolto ad un’agenzia per essere seguito in questa complessa avventura, potresti aver già sentito parlare del credito d’imposta.

Il credito d’imposta è un’agevolazione che lo Stato concede a chi si trova a dover vendere un’immobile per poi acquistarne un’altro.

Una piccola precisazione al riguardo: l’immobile da vendere deve essere stato comprato a suo tempo con le agevolazioni per l’acquisto della prima casa (legge n°168 del 22 aprile 1982 e successive modifiche) altrimenti quanto stai per leggere non ha rilevanza alcuna.

Il termine temporale per poter usufruire di questo “sconto” sino ad oggi era di 12 mesi: vendo la mia prima casa il 20 maggio 2020, ho tempo fino al 19 maggio 2021 per poter acquistare un’altra prima casa e sfruttare questa agevolazione economica.

Ti starai chiedendo: “Sì, ma in soldoni? Cosa mi torna in tasca?”

Ti dico solo che spesso e volentieri non si tratta di cifre trascurabili; il risparmio equivale infatti alla minor somma tra l’imposta pagata per il primo acquisto, e l’imposta che dovrai pagare per l’acquisto nuovo.

La buona notizia in questo clima di pandemia e di quarantena è che all’articolo 24 del Decreto Cura Italia, è stato specificato che i termini al fine del riconoscimento del credito d’imposta per il riacquisto della prima casa sono sospesi nel periodo compreso tra il 23 febbraio ed il 31 dicembre 2020.

art 24 decreto cura italia

Cio significa che se hai dovuto rimandare l’atto di vendita, o non avevi ancora trovato una casa che ti piacesse prima del lockdown, meglio quarantena se vogliamo usare l’italiano, potresti aver trovato un aspetto positivo in tutta questa situazione surreale.

Se hai bisogno di altre informazioni scrivimi e ti risponderò

Cesare Ciaffaglione

Cesare Ciaffaglione

Ti posso aiutare a vendere la tua casa con assoluta tranquillità.
Contattami per fissare un incontro compilando il form qui sotto oppure usando uno dei miei canali social.